Che cos'è un ritratto?


Stati D'Animo Ritratti - Laura

Il ritratto è la rappresentazione di una forma vivente, del suo involucro.

Questo “involto” contiene: pensiero, concetto e preconcetto, progetto, apatia, inerzia, passione, emozione, timore, coraggio, temperamento, impulso, gioia, dolore, memoria, oblio, pregiudizio, illusione e disillusione, rancore, indulgenza, speranza, rassegnazione, delirio, chiarezza, pace, inquietudine, astuzia, stupidità…

Ognuno di questi stati, nel momento in cui ne siamo posseduti, ci rendono inevitabilmente una volta taluno e una volta talaltro. Mai gli stessi, mai noi stessi.

L’alternanza di umori esibisce una molteplicità quasi infinita di "maschere"; è la nostra memoria allucinata a farci vivere nella convinzione di essere una sola entità, di essere "Io". Ma non è così.

Ci identifichiamo con il nome di battesimo, con una categoria professionale, ma questi codici identificativi altro non sono che una sequenza di caratteri utilizzati per praticità.

Noi non siamo il nostro nome. Noi non siamo dottore, impiegato, pittore, avvocato, operaio o professore. Noi non siamo nulla di tutto questo.

Il ritratto dunque può rappresentare la veste di una sporadica realtà o dell’assidua menzogna di noi stessi, a noi stessi.

Siamo realmente capaci di ripercorrere consapevolmente il tragitto che ci porta dinanzi "all’armadio interiore" per estrarre e indossare “l’abito migliore”, quello faticosamente tessuto e su misura cucitosi addosso per far fronte all’attimo che la vita ci offre in ogni istante?

O è un abito ogni volta diverso a vestire noi d’improvvisa evenienza?

Quando l’attenzione volge al mondo interiore dell’essere, anche solo per pochi istanti, e percepisce i “regni” in pace, che non si danno battaglia perché uniti dallo stesso proposito, allora “l’involucro” muta, si ravviva di colori, suoni e profumi. Esso prende forma, la forma dell’amore.

Stati D'Animo Ritratti - Meriel
Stati D'Animo Ritratti - Cosmo
Stati D'Animo Ritratti - Sara

featured posts
recent posts